#CIBOSANOPERUNMESE…Giorno 1

10941509_333428446867026_2503405127121413590_n

Iniziamo l’avventura. Ieri sono stata piuttosto stanca e quando sono stanca mangio di più. Ho notato che molto spesso mangio quello che il mio corpo mi suggerisce piuttosto che quello che dovrei, ma di solito le cose coincidono. E siccome Stefano, il nutrizionista che adoriamo, dice che va bene, io mi ascolto senza troppi problemi.

Al mattino, siccome ho attaccato a lavorare alle 7, mi sono portata dietro i biscotti alce nero al kamut (fatti fuori dieci), uno yogurt bianco activia, una scatolina di mirtilli freschi (ehh na cifra, venivano dall’Argentina quindi presumo avessero all’incirca la mia età, però erano buoni) e 4 quadratini di cioccolato bio (certificato ecocert) al latte e menta (una droga, non li ricompro più). Diciamo che doveva essere la colazione, ma siccome mi fanno lavorare da subito, ho finito di mangiare alle 10 e così come spuntino ho aggiunto 4 mandorle e 1 bicchiere di succo di frutta al pompelmo-100 % frutta.

La cosa che mi è piaciuta di più è stato il mix yogurt, mirtilli e pezzi di cioccolata, praticamente mi sono creata un gelato sano, buonissimo. Fino all’ora di pranzo sono riuscita a bere circa cinque bicchieri d’acqua.

Il pranzo per me è una storia traumatica, perché pranzo in tavola calda e purtroppo lì di biologico c’è solo la muffa negli angoli. Ogni giorno mi trovo a fare la difficile scelta tra la sugna sugnosa e la sugna semplice. Le verdure all’agro di solito hanno tre litri di olio (non ne voglio neanche conoscere la provenienza e la data di scadenza) e perché no anche due litri di aceto e un chilo di sale…il ripasso in padella è d’obbligo, l’unica pietanza che riescono a non ripassare è la verza. Ma capite anche che la sottoscritta non può mangiare verza ogni giorno. Per fortuna la cuoca ogni due giorni fa una minestra e mi sono buttata su pasta e ceci. Che è tipo il top per gli sportivi. E se vi chiedete perché io non cambi tavola calda, vi spiego semplicemente che per una questione di astri, luna storte e obblighi morali, non posso farlo.

Alla decima ora in ufficio, ho deciso che mi sarei andata a comprare la cena e lo spuntino. Ho preso un pane sciapo di farine miste integrali (dicono loro, secondo me era un lariano sciapo, ma non volevano fare la figuraccia di quelli che hanno solo farine raffinate e mi hanno solata). Dopo di che ho notato che avevano un filoncino nascosto integrale e me lo sono fatto dare. Insomma ho spuntinato con pane sciapo e speck IGP.

Sugli affettati bisogna tenere a mente una cosa. Non sono sani se mangiati più spesso di due volte a settimana. Di questi va preso Bresaola di qualità, Speck IGP, Prosciutto San Daniele o di Parma. La cosa positiva è l’alto contenuto di proteine, la cosa negativa è l’alto contenuto di sodio e acidi grassi saturi. Quindi per questa settimana basta affettati.

A cena ho fatto un piatto a me molto noto, per via della sua velocità di preparazione. Cioè spinaci crudi con parmigiano, speck, prugne, pere, pomodoro e un pizzico di oliosaleepepe. Tutto crudo, tranne le prugne che vanno messe per dieci minuti nel forno avvolte nello speck. Ovviamente avevo fame e mi sono finita tutta la ciotola da insalatona per quattro persone.

Come potete vedere nel bilancio della giornata si evince che cerco sempre di bilanciare proteine e carboidrati con una buona dose di frutta e verdura. Ho messo la frutta anche nella cena ( lo so che non le avete notate, ma le pere con gli spinaci e speck sono ottime anche senza le prugne). E non sto troppo a farmi problemi se sono bilanciata nei macronutrienti perché viste le quantità nessuna delle percentuali prevale oltre la ragionevolezza. Gli unici grassi che ho mangiato sono stati le mandorle, qualcosina con lo speck e nel parmigiano e sicuramente tanto nella pasta e ceci (perché sono sicura che abbia soffritto qualcosa là dentro, non so come, ma l’ha fatto di sicuro).

A fine giornata con l’acqua ho sforato i due litri e sono quasi sicura di aver sgranocchiato qualche pezzettino di frutta essiccata dopo cena. Non ho pesato, nè contato le calorie perché tanto lo so che allenandomi e con il mio metabolismo a mille, consumo tutto quello che mangio. Per quanto riguarda l’allenamento, ho dovuto fare rest perchè mi stavo allenando da più di 4 giorni consecutivi e anche molto intensamente.

Spero di esservi tornata utile e di riuscire a far diventare #cibosanoperunmese una sana abitudine del vostro quotidiano. Ah e aggiungete anche un paio di cappuccini e un caffè…

Annunci

4 pensieri su “#CIBOSANOPERUNMESE…Giorno 1

    1. michiamofra

      Dipende dalla giornata. Se sto alta coi carboidrati da pane pasta i biscotti durante il giorno, la sera evito. Altriementi mangio pane e pasta anche a cena senza problemi 😉

      Mi piace

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...