SEI UNA FISSATA! COME REAGIRE QUANDO SEI SOTTO ATTACCO

1036173580339630364_177829723

foto by Veronica Milardo

Stai dimagrendo troppo! E magari quel giorno ti sentivi felice perché sei finalmente riuscita a chiudere la cerniera della tua prima 44. Sei proprio una fissata! E magari hai solo detto che sei venuta in ritardo perché eri in palestra, quando un’altra amica tua sta ancora uscendo di casa perché non ha finito di truccarsi.

E allora ti chiedi: perché le persone non riescono ad essere felici per me? Perché quando mi mangiavo le crepes con la nutella nessuno mi ha mai detto “ma sei scema?” e invece adesso quando ordino un’insalata o una minestra mi becco un sacco di insulti e sguardi critici?

Facci il callo. Non ti dirò che si tratta di invidia, perché sarebbe fortemente riduttivo. Spesso le persone si sentono sminuite dall’impegno degli altri. Alla fine allenarsi è solo una questione di forza di volontà, di priorità e di organizzazione. Non ci vuole un’intelligenza particolare, né delle doti soprannaturali. Quello che stai facendo è “normale”. Lo potrebbe fare chiunque.

Ed è proprio questo il problema: dal momento che lo possono fare tutti, perché sei solo tu a farlo?

Nell’immaginario collettivo è possibile dedicare 1 ora settimanale al parrucchiere al parrucchiere, una all’estetista, una alla manicure, un paio al trucco e una allo shopping. Ma tre ore di ginnastica alla settimana fanno di te una fissata dell’aspetto fisico.

Una superficiale, insomma. Come se quelle tre ore il tuo interlocutore le impegnasse a salvare i delfini.

Non te la prendere.

Come prima cosa valuta se ritieni che l’opinione della persona che ti sta sminuendo, vale veramente il tempo che le stai dedicando. Se alla fine non lo vale ti sei risposta da sola. Fai un bel “ciaone” con la manina e hai finito.

Se l’opinione di questa persona, invece, conta (tipo è tua mamma), falle capire meglio quello che stai facendo e i tuoi obiettivi. Chissà, magari si farà coinvolgere.

Aneddoto: nostra mamma ogni volta che andiamo a correre o ci alleniamo in casa e lei magari passa a trovarci, inizia un piagnisteo greco che la metà basta. Poi però abbiamo scoperto che va in giro a raccontare fierissima che siamo sportive e che sua figlia ha corso la Maratona (sua figlia ha corso la mezza maratona ma tant’è).

Non farti influenzare. Se senti che quello che stai facendo ti fa stare bene ed è giusto per te, beh lascia stare i fitfobici e dedicati a te stessa.

Gli haters sono il primo segnale del successo!

 

Annunci

9 pensieri su “SEI UNA FISSATA! COME REAGIRE QUANDO SEI SOTTO ATTACCO

      1. Marta Vitali

        A dieta sto andando bene, a forza di volontà in fatto di movimento un po’ meno..ma posso sempre migliorare… Vedremo se troverò la voglia, perché a me è quella che manca!! 🙂

        Mi piace

  1. progettofelice

    Ecco il post che mi serviva.
    Nell’ultimo anno e mezzo ho perso 50 kg, passando da 138kg ad un 88kg che non vedevo segnare sulla bilancia dai tempi del liceo (ora ho quasi 41 anni) e la gente mi fa i complimenti, ma poi aggiunge “Ora basta, vero?” e quando sentono che vorrei scendere altri 15 kg mi dicono che sono matta, che esagerare non va bene, che sto bene così. E questo me lo dicono persone che, se pesassero 88 kg si ammazzerebbero.
    L’estate scorsa due mamme della classe di mio figlio mi hanno chiesto “Come vuoi diventare?” e quando ho risposto “Come voi” (cioè magre), loro sono scoppiate a ridere e hanno proseguito con la passeggiata che stavano facendo. ‘Stestronze.

    Comunque non è invidia, è che il mio impegno mette le persone a disagio, perchè in qualche modo svilisco il loro dolce far niente. Io zitta zitta perdo 50 kg e loro non riescono a buttare giù quei 5 kg di troppo.

    Quindi lascio parlare le persone e mi beo dei miei risultati.

    Liked by 1 persona

    Rispondi
  2. Federica Orientali

    Ogni tanto rileggo questo articolo, e più lo leggo più annuisco e sorrido: annuisco perché la mia voglia da un po’ di mesi a questa parte di mangiare sano (ma sano sano, non come quelli che fanno finta :P) e fare sport pare che disturbi molta più gente di quello che pensavo (e poi chissà perché?!), sorrido perché io sto benissimoooooo e vado avanti così! Grazie per questi meravigliosi articoli ❤

    Mi piace

    Rispondi
  3. Pingback: SAI RICONOSCERE UNA SCUSA? GUIDA RAPIDA DELLE GIUSTIFICAZIONI | SISTERS IN ACTION

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...