Archivi tag: allenamento

Sfida un corpo nuovo dopo Natale #giorno 21

20170102_0824281

Restino da fare con la panza all’aria. L’unica cosa che ci tengo sempre a dirvi è cercate di non fare rest tutti attaccati. Le nostre sfide diciamo che ve le gestite un po’ come vi aggrada, però è importante non esagerare con i giorni di fermo. In primis perché due giorni di stop (a meno che non stiate preparando maratone e simili) possono farvi impigrire/indebolire, secondo poi perché se fate un programma corto e iniziate a fare un allenamento sì e due no, il programma smette di avere senso. Questo vale per chi è ancora scontento del proprio corpo.

Però ci tengo a precisare che certe considerazioni non valgono per tutte, alcune di voi, specie quelle che si tormentano con diete strane, digiuni punitivi, allenamenti tremendi, ogni tanto hanno veramente bisogno di rallentare e dormire.

Alcuni di noi hanno bisogno di più del sonno e del riposo anche perché fanno molte cose in più. Stavo guardando i miei operai che la mattina si svegliano e hanno vestiti e cibo preparato dalle mogli, io invece tra la sveglia all’alba e l’arrivo a lavoro ho dovuto fare un centinaio di cose per casa, stasera idem (tipo cucinare, stendere panni, lavare piatti) e in più vorrei allenarmi e studiare un pochino. Questo per dirvi che se dopodomani sarò già bella che morta, non mi sentirò in colpa e andrò a dormire presto senza essermi allenata. Non oso pensare cosa debbano fare le mamme lavoratrici…

 

Sfida un corpo nuovo dopo Natale #giorno 20

20170114_092831

Stiamo al ventesimo giorno, che coincide con il sabato per me che sto scrivendo, ma siccome è una sfida che si può fare sempre, allora mi riferisco in generale al problema del pasto sgarro della settimana.  Continua a leggere

Sfida un corpo nuovo dopo Natale #giorno 17

sampace587462f3154eb

Oggi come promesso, rest attivo. Quindi stretching, voi vi chiederete ma perché ne metto così tanto…perché i programmi corti (o meglio nel breve periodo) è molto facile gonfiarsi e avere un aspetto muscolare bruttino. Continua a leggere

Sfida un corpo nuovo dopo Natale #giorno 15

20170110_0855501

Bene, siamo a metà e se fino ad adesso abbiamo scherzato direi che è arrivato il momento di ridere.

Principianti e/o chi ha ripreso gli allenamenti da poco, vi metto un video in italiano (per capire bene cosa deve lavorare durante certi esercizi) e quella pazza di tiffany. Non fate le spavalde che tiffany si sente i giorni a seguire anche se siete Rambo. L’unico modo per non sentirla e farla almeno una volta a settimana per anni 😉

 

Avanzate (pesi da 2.5 a 5 kg massimo a vostro rischio e pericolo)

 

 

Sfida un corpo nuovo dopo Natale #giorno 13

20170108_102539

Oggi vi parlo delle patate, perché molto spesso vengono messe da parte perché carboidrato calorico. A parte che non sono così tanto caloriche come sembra, secondo poi saziano che è una meraviglia. La cosa più importante sono i loro valori nutrizionali.

Abbiamo detto che sono carboidrati e hanno traccia di proteine, contengono i seguenti tesori: amminoacidi essenziali  (lisina e triptofano), amido ( fonte di fibra), tante vitamine ( C, B1,B2 e folati), potassio ( sale minerale fondamentale per gli sportivi).

E poi so bone tanto. Vabbe torniamo a noi, mi dispiace ma ieri ho deciso che il cardio del giorno 12 mi ha fatto riposare bene bene i muscoli e quindi oggi vi metto la muerte. Più corta però perché non  ho tutto questo tempo oggi.

Beginners ( si lo so sono tanto buona)

Avanzati

 

Sfida un corpo nuovo dopo Natale #giorno 7

20160926_0829401

Oggi sono buona. E’ il secondo giorno dell’anno nuovo (AUGURI!!!) c’è chi sabato ha fatto il pazzarello e io vi voglio portare al dimagrimento intelligente.

Vi spiego un pochino la sfida. E costruita intorno a due elementi cardine, il primo è consumo puro dato dai cardio classici che allenano il cuore senza troppi traumi e fanno bene anche a chi è oramai abituato a lavorare solo con il cuore ad altissimi giri, il secondo è una tonificazione mirata che lavora su elementi diversi dal solito, tra cui la flessibilità. A me piace una muscolatura affusolata e cerco di farvi intuire quali allenamenti permettono di ottenerla.

In tutto ciò ci metto anche dei beceri trucchetti di consumo per ottenere il massimo dei risultati.

Stete attenti all’esecuzione, ci tengo a dirvi che seguendo questi allenamenti avrete molti giovamenti anche fisici, solo se riuscirete a comprendere come funziona questa attivazione dell’addome. E’ l’addome contratto insieme ai glutei che ti permettono di fare buona parte di tutti gli esercizi, se non lo contrai, carichi tutto sul collo, spalle e schiena in generale.

Ripeto i punti cardine del pilates:

lettera C (supine dovete pensare che con le gambe e la parte alta fate una C riversa, cioè quasi una U), tratto lombare attaccato al tappetino, scapole che si staccano con la forza dell’addome e non grazie alla contrazione del collo;

addome sempre contratto, attivate il pavimento pelvico. Che in pratica vuol dire toccare con una mano se la parte bassa dell’addome sia contratta, cioè dura (senti il muscolo che lavora e non solo la ciccia)

Sguardo su ginocchia, ombelico;

La testa è un proseguimento del corpo non la mandare in su o in alto come un tacchino;

Si lavora con la respirazione che si deve sentire, cercate di capire quando si inspira e quando si espira, c’è una spiegazione anche per questo.

Detto ciò, buon pilates

BEGINNERS

AVANZATI (Potete sostituire l’attrezzo con la palla)

SFIDA UN CORPO NUOVO DOPO NATALE #GIORNO 3

20161223_1453371

Visto che fa freddo per il 3 giorno della sfida vi metto una foto di una tipica minestra polacca, che io amo. Si chiama zurek ed è fatta col pane raffermo…na delizia (ah avete finito di ingozzarvi coi rimasugli delle feste? )

Detto ciò, oggi cardio. Avanzati e non fanno lo stesso, solo che chi è agli inizi e fuori forma si può fermare ogni tanto e saltellare di meno, gli avanzati cercano di dare il massimo.

Ci tenevo a spiegare che tutti gli allenamenti possono essere eseguiti in due modi, rendendoli più difficili o più semplici, ma mentre gli allenamenti basic e medium sono facilmente abbordabili a tutti senza dover saltare interi esercizi, gli allenamenti con difficoltà avanzata non hanno questa immediatezza. Se sei un principiante o non ti alleni da tanto, nessuno ti vieta di fare insanity di shaun t, ma ora spiegami come pretendi di fare bene una serie di push ups saltati da destra a sinistra senza infiammarti come minimo i polsi e non finire questo 2016 con qualcosa di rotto. Anche perché se per puro caso tu riuscissi a farne 4 filati, Shaun nel frattempo ne ha fatti 25, quindi quello che tu stai provando a fare è solo traumatico per il tuo cuore (per farne 4 porti il cuore, disabituato, ad alti battiti e ti gira la testa come minimo) e rischi veramente di farti male. Ma quello che ci tengo a spiegare è che se tu fai 4 ripetizioni su 25 o ne fai 10 fatte male, tu non ti stai allenando e consumi ben poco. Allora come fare? Fai gli allenamenti che non siano ultra difficili. Impara a tenere per un minuto il plank in una posizione corretta che dopo 40 secondi per quanto contrai, ti vengono i crampi all’addome, poi ci pensi ai push ups da scoiattolo volante.

I super mega atleti invece non esagerino con tutto questo sport, perché di gente che si sente invincibile e poi sta un anno con malanni vari, ne ho vista a pacchi. Ogni tanto fa bene allenarsi con più calma e precisione. E questa è una cosa che ho capito adesso, in un modo piuttosto brutale. Se ho il mal di gola e il raffreddore, io l’allenamento lo salto, prima la salute, poi la pancia piatta e il culo sodo. Mi raccomando.

Ecco il giorno 3, se vi siete sentite delle foche con zumba, vediamo con questa mattacchiona.