CHE ALLENAMENTO FA DIMAGRIRE DI PIÙ? GUIDA PRATICA ALLA PROVA BIKINI

Una volta accettata la triste e cruda verità, che a farci dimagrire è quello che mangiamo, le sue quantità e la qualità del cibo che ingeriamo e soprattutto il nostro equilibrio tra sport e alimentazione, affrontiamo nello specifico i singoli metodi di allenamento per vedere qual possa essere il metodo più efficace per il nostro scopo.

Come primo punto, bisogna individuare con chiarezza il nostro scopo:

-dobbiamo perdere più di 20 chili?

pensare all’allenamento in questa fase è abbastanza azzardato. Il primo passo da compiere è fare un’adeguata visita medica che ci consenta di riconoscere i nostri punti deboli (es. articolazioni, cuore) e in seguito correre da un nutrizionista. Iniziare a camminare per 1h al giorno è un ottimo esercizio, per chi non ha mai fatto sport. Una volta arrivati all’obiettivo seguente (perdere meno di 20 chili) possiamo cambiare tattica.

-dobbiamo perdere tra i 10 e i 20 chili?

possiamo pensare ad un allenamento vero e proprio, sempre previo nulla osta medico

-dobbiamo perdere meno di 10 chili, ma non siamo allenati oppure dobbiamo perdere meno di 10 chili ma siamo abbastanza/mediamente allenati:

cominciamo ad analizzare insieme quale possa essere a via da percorrere.

Tendenzialmente nel mondo dell’allenamento incontrerete molto spesso persone che vi diranno che solo il loro metodo funziona alla perfezione.

Chi fa pesi, vi dirà che solo costruire una massa muscolare vi consentirà di aumentare il consumo a riposo e a ridurre le vostre circonferenze.

Chi corre vi dirà che solo la corsa vi farà smaltire le lasagne e potrete mangiare a volontà (not true).

Chi nuota, vi costringerà a saltare in piscina.

Chi fa circuiti vi dirà che solo gli HIIT vi faranno aumentare i consumi a riposo.

Insomma ognuno crede in quello che ama, e molto probabilmente tutte queste persona avranno un fisico invidiabile.

Allora cos’è che funziona veramente?

Funziona una sola e unica cosa: LA COSTANZA.

Per avere più costanza è consigliabile crearsi un gruppo di allenamento, in modo da avere qualcuno che ti sproni a partecipare e dunque a non saltare la seduta.

Per questo motivo l’attività che consiglio in modo più frequente è fare sport. Ovviamente si esclude il golf e il tiro al piattello, ma le attività sportive sono quelle che riescono in modo migliore a creare un coinvolgimento emotivo, e avendo uno scopo in sé (vedi il tennis, lo scopo è colpire la pallina e non dimagrire) costringono il giocatore a compiere degli sforzi per raggiungerlo (muoversi in modo più veloce, colpire con precisione e forza) che coinvolgono più movimenti contemporaneamente. Allo stesso modo la corsa sportiva ha come obiettivo percorrere più chilometri nel minor tempo, l’arrampicata raggiungere la vetta, il calcio fare goal. Avere un obiettivo diverso dal dimagrimento, fa dimagrire.

Qualora invece si decidesse di fare attività solo per dimagrire e migliorare il proprio aspetto, è consigliabile alternare attività funzionale al cardio.

L’attività funzionale non vi farà dimagrire,ma aiuterà a formare una muscolatura che ridurrà la circonferenza dei vostri punti critici, nel contempo rinforzando il vostro corpo e permettendovi di avere dei risultati migliori nelle vostre attività cario, dunque a consumare di più. Il consumo muscolare a riposo aumenterà, ma l’aumento sarà irrisorio, quindi non tale da giustificare un effettivo dimagrimento. Qualunque sia la vostra attività funzionale (pesi o corpo libero) è importante che l’esecuzione degli esercizi sia corretta, in modo da evitare infortuni. L’attività funzionale vi permetterà inoltre di evitare l’aspetto “skinny fat” cioè quel corpo magrissimo ma contemporaneamente non tonico.

L’attività cardio è quella che effettivamente aumenterà i consumi di calorie della giornata (ovviamente nei limiti del normale, non credete ai calcolatori di calorie che vi dicono che avete consumato 900 calorie in 1h perché questo non sarebbe possibile, neanche se riusciste a concludere una maratona nell’arco di 60 minuti, e di questa cosa ho intenzione di parlarvi in futuro).

Quale attività consuma più calorie? Il consumo delle calorie è dato dal rapporto di sforzo/durata. Quindi rapportando un allenamento di 1h consumerete più calorie durante l’allenamento che vi ha richiesto maggiore sforzo. Spiego bene perché la fascia consuma grassi non funziona in questo articolo.

Questo significa, approssimativamente, che se avrò uno sforzo molto elevato durante mezz’ora di allenamento HIIT (High intensity interval training, cioè in soldoni allenamenti che alternano fasi anaerobiche a fasi aerobiche), il consumo sarà rapportabile a 1h di corsa a passo sostenuto e circa 1h e 45minuti di camminata a passo svelto.

Dunque non esiste un allenamento che in sé ti faccia consumare più di un altro, ma tutto dipende dall’intensità con cui lo esegui e dal tuo impegno.

Costanza e impegno sono le uniche formule segrete per riuscire ❤

 

Annunci

Un pensiero su “CHE ALLENAMENTO FA DIMAGRIRE DI PIÙ? GUIDA PRATICA ALLA PROVA BIKINI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...