Archivi tag: pilates

Sfida un corpo nuovo dopo Natale #giorno 22

10931049_319685761574628_538381668146206842_n

Mi metto le foto vecchie così mi automotivo per andare a correre. Il problema è che passo tutto il giorno in azienda dove fa discretamente freddo, torno la sera e preferisco allenarmi a casa…

Tornando a noi, oggi vi metto corpo libero esercizi funzionali, pseudo pilates. Per le avanzate vedrete che ci sono degli esercizietti carini per farvi venire un discreto mal di chiappe e gambe. Lo metto corto perchè non vi dovete affaticare, ma sentire che state lavorando al massimo su ogni ripetizione

Beginners vi metto pilates. Sentite bene la tizia come spiega il respiro, non contraete il collo, spalle sempre giù. Sono sempre chiappe e addome a gestire tutto. Quando state a 4 zampe dovete pensare di risucchiare l’ombelico, con la testa che è la prolunga del corpo e non sta né troppo giù né troppo su, neutra. La base per sentire lavorare l’addome è la respirazione e la non contrazione della mascella, il tratto lombare non si stacca mai dal tappetino (specialmente quando sbatti le mani ai lati a mo di foca) e il bacino sta fermo immobile nella posizione. Non dovete mai sentire dolore alla schiena, in caso lo sentiate vuol dire che dovete stringere ancora di più addome e glutei. Se ne avete bisogno, vi fermate e da sdraiate con ginocchia al petto ruotate lentamente la testa a destra e a sinistra o vi rilassate nella posizione del fanciullo (prego googlate la child’s pose with arms extended, anche qua pieno controllo della posizione e del respiro che aiuta ad allungare e a sciogliere) per qualche secondo e riprendete (non vi ci dovete addormentare o abbassare troppo i battiti, max 5 secondi di rest)

Sfida un corpo nuovo dopo Natale #giorno 15

20170110_0855501

Bene, siamo a metà e se fino ad adesso abbiamo scherzato direi che è arrivato il momento di ridere.

Principianti e/o chi ha ripreso gli allenamenti da poco, vi metto un video in italiano (per capire bene cosa deve lavorare durante certi esercizi) e quella pazza di tiffany. Non fate le spavalde che tiffany si sente i giorni a seguire anche se siete Rambo. L’unico modo per non sentirla e farla almeno una volta a settimana per anni 😉

 

Avanzate (pesi da 2.5 a 5 kg massimo a vostro rischio e pericolo)

 

 

Sfida un corpo nuovo dopo Natale #giorno 10

20170105_1034441

Oggi girovagavo cercando qualcosa di sano coi mirtilli rossi…mi sono disillusa molto presto. Praticamente sti mirtilli rossi sono introvabili sotto forma di succo puro. Per oggi vi rimetto un po’ di pilates. Sia chi sta riprendendo da poco sia chi è super hiper fit inizia con questo:

Che nel 99 % dei casi i problemi di addome sporgente sono dati anche dalla pessima postura che abbiamo noi tutte. Quando magari a stare dritte sembriamo più magre e proporzionate, oltre  a evitare di avere dolori alla schiena di dubbia natura.

Poi le “principianti” mi fanno di nuovo Blogilates

Mentre le avanzate si fomentano con questa matta

P.S.

Vi ricordo che a meno che voi non siate un’professionista dello sport non esiste che riusciate a fare gli esercizi perfetti subito. Ma non vi preoccupate certi workout ve li rimetto in maniera strategica per renderli “propri”. Inoltre cercate sia nel pilates che nello yoga di capire la posizione di partenza e tenerla. Poi, se riuscite, sviluppate tutto l’esercizio con movimenti impercettibili, se invece siete sicure lo fate perfetto curando fino al minimo dettaglio, tenendo sempre a mente addome contratto/ respirazione forte/ non contrazione del collo, spalle, mento…

 

PALESTRA: QUELLO CHE CI PIACE E QUELLO CHE SEGUIAMO NOI

IMG_7223[1]

Sono fermamente convinta che l’allenamento in casa sia superefficace se fatto bene, ma se hai un abbonamento in palestra ti consigliamo cosa scegliere tra i mille corsi disponibili.

Ricordiamo a tutte che l’alternanza cardio e funzionale va mantenuta sempre! Continua a leggere

VALE LA PENA INNAMORARSI DEL PILATES

IMG_5713[1]Il Pilates non è un’invenzione recente. È stato “inventato” all’inizio del ‘900 da tale signor Pilates che si basò su antiche tecniche orientali tra cui lo Yoga.

Come si spiega il successo del Pilates a così tanta distanza di tempo? Le scienze motorie si sono sempre più interessate ad attività che tendono a far lavorare intere fasce muscolari e non ad isolare il singolo muscolo, come ad esempio faceva il body building degli anni ’70.  Continua a leggere