Archivi tag: attività fisica

Mi alleno, mangio sano, ma non dimagrisco…Parte I

12235218_10206322491955820_1340347813_o (1)
Cerchiamo di capirci. Siamo tutte delle sportive dentro, delle amanti del movimento fisico, delle fit girl inside fino a che non ci guardiamo allo specchio… in realtà vogliamo solo chiappe sode, gambe magre, pancia piatta e tette grosse. Tette grosse, mi dispiace, ma non c’è modo, al massimo le rassodi. O tiri fuori la grana, ma so’ proprio brutte così, ve le sconsiglio.  Ergo vi volevo parlare della stragrande maggioranza di casi che incontro nella mia vita. Donne che se seguono diete dimagriscono, fino a che a un certo punto non dimagriscono più (c’è anche chi parte direttamente da questa fase, i miei complimenti stai combinata malissimo). Continua a leggere

MANGIARE MEGLIO SI PUO’, guida alimentare per #uncorponuovopernatale

11950942_10205941837319692_1785242726_nAvevo iniziato un nuovo articolo sul perché alcune di voi non dimagriscono pur sforzandosi, ma poi mi sono resa conto che vi serve proprio l’ABC (specie a chi ha iniziato da poco la sfida…).

Continua a leggere

RUNNERS HIGH: DROGATI DI SPORT CON LE ENDORFINE

IMG_5436[1]

Probabilmente le avete già sentite nominare, le endorfine.

Sono loro le responsabili di quel benessere che proviamo quando ci innamoriamo. sono loro che ci tirano su se mangiamo un pezzetto di cioccolato. Sono loro che ci fanno sentire su di giri quando riceviamo una promozione. Continua a leggere

VALE LA PENA INNAMORARSI DEL PILATES

IMG_5713[1]Il Pilates non è un’invenzione recente. È stato “inventato” all’inizio del ‘900 da tale signor Pilates che si basò su antiche tecniche orientali tra cui lo Yoga.

Come si spiega il successo del Pilates a così tanta distanza di tempo? Le scienze motorie si sono sempre più interessate ad attività che tendono a far lavorare intere fasce muscolari e non ad isolare il singolo muscolo, come ad esempio faceva il body building degli anni ’70.  Continua a leggere

CARDIO VS FUNZIONALE BENEFICI E PUNTI DEBOLI DI DUE SCUOLE DI PENSIERO COMBINABILI

IMG_5284Non di solo cardio si dimagrisce. Questa è una regola che spero ormai abbiate appreso tutti.

Ma andiamo in ordine.

Continua a leggere

NON SALTARE I PASSAGGI, VAI PER GRADI. L’ALLENAMENTO È MIGLIORARE.

IMG_5411La frase che ha ispirato questo articolo è: NON POSSO CORRERE, MI FERMEREI OGNI MINUTO. Ma vale per tutte quelle persone che iniziano ad allenarsi partendo dal divaning estremo e buttandosi subito su INSANITY di Shaun T (Insanity è in assoluto l’allenamento più intenso a livello di fiato di tutti i workout di homefitness). Continua a leggere

QUANTO DEVO ALLENARMI PER MANTENERMI IN FORMA?

IMG_3323Per essere in forma serve allenarsi diverse ore al giorno? Quanto devo allenarmi per dimagrire e tonificare? Non devo dimagrire, quanto devo allenarmi per mantenere un corpo tonico? Continua a leggere

#CIBOSANOPERUNMESE… Last Days

10846155_301158933427311_5041941070077882859_n

Questo è l’ultimo articolo della rubrica #cibosanoperunmese, spero di esservi stata utile. Il mio intento non era quello di darvi ricette o suggerimenti giorno per giorno da seguire come un mantra, ma ho fortemente voluto farvi capire il modo di pensare di una persona che mangia sano. Soprattutto lo studio che c’è dietro, io sono cresciuta in campagna e mia madre è una salutista, ma non è bastato e mi sono dovuta educare per mesi. Oltre lo studio ho voluto sottolinearvi che lo sgarro non va vissuto come un divieto assoluto scritto sulle tavole di Mosè, anche perché ragazzi miei, conoscendo l’essere umano, non appena capite di star facendo peccato, vorreste già rifarlo. Ecco, uno sgarro a settimana non è peccato. Anche all’interno della giornata cercate di non mangiare più di una pietanza fuori luogo (ovvio che intendo na pietanzina ina ina, se te magni na cofana de spaghetti alla carbonara e poi solo insalatine rientriamo nel modus operandi di chi ha disordini alimentari).

Continua a leggere

#CIBOSANOPERUNMESE…Giorno 27 e 28

_DSC3803

Ragazzi io vi voglio bene, ma sta rubrica purtroppo dovrà finire presto, in primis perché decisamente con due lavori non si riesce, secondo poi perché sto iniziando a mangiare veramente poco e non voglio condividere con voi questa disgrazia. Tra sabato e domenica ho mangiato parecchi carboidrati, frullati fatti con di tutto e di più dentro. Uno l’ho fatto con avocado, mango, banane. fragole, zucchero integrale, latte, cioccolato fondente, cannella e zenzero. Altri li ho mangiati per finire le mele. Non mi piace l’accostamento mele e frullato, perché con il latte viene male. Meglio aggiungere delle arance e farsi un ace sano. Che poi l’avete mai visto il dentro dei contenitori dei succhi di frutta?! Non lo fate, ci rimanete traumatizzati.

Continua a leggere

#CIBOSANOPERUNMESE…Giorno 22

1779842_321834634693074_4958881415254371211_n

Sono diventata molto lazy con sti articoli. Solo che sto facendo la tesi, poi vi sto per scrivere e mi mettono foto di fitgoni in giro, poi questa mattina non la smettevano di farmi lavorare in ufficio. Dico io, non si può più cazzeggiare come una volta.

Ieri mattina mi sono data alla frutta. Fragole e mele, ma tipo due mele e venti fragole. Dopo un’ora avevo fame. Infatti di solito alla frutta ci aggiungo sempre latticini tipo yogurt o ricottina oppure noci (o anche tutto insieme con il miele, diciamoci la verità). Quindi siccome avevo fame mi sono andata a prendere un pezzo di tortino alla ricotta del bar. Se dovete mangiarvi dolci fatelo al mattino, poi fate un po’ di Tiffany la suave che vi sfonda i fianchi e il dolcetto non ci rimane. Evitate i dolcetti come spuntino prima o dopo cena, evitate, massimo massimo una volta a settimana.

A pranzo mi sono presa un mix di verdure da tavola calda, grigliate con du litri d’olio sopra e un bel po’ d’aceto. Ah con patate al forno. Io le patate le mangio, sono piene di cose, mi pare il potassio o cose simili. Saziano e sono buone anche non fritte. Quindi siccome noi i prodotti della terra li mangiamo senza troppi blocchi mentali, siamo più felici e non ci buttiamo su barrette fit di muesli segaturoso con frutta impolverata e gocce di cioccolata che sembrano medicinali.

Mamma mia certe volte apro i blog della gente e vedo che si fa solo ste barrette anche a casa. Non sono buone. Prendi e fatti un ciambellone di quelli sani con farine non raffinate e dolcificanti sani (pare che il miele non debba essere portato a certe temperature che diventa tipo l’olio cioè il male). Come potete notare dalla vaghezza su patate e miele, non mi va di googlare cose neanche oggi. Insomme ste barrette me fanno tristezza, che poi te mangi le barrette per un mese e vedi un bignè di quelli unti e bisunti e te ne mangi otto presa dallo sfinimento (no regà anche i bignè al forno non sono sani, non ci provate).

Per spuntino mi sono finita un’altra mela e i biscotti solidali con l’olio di palma. Oh quelli solidali all’avena niente, non li ho finiti, ne sono rimasti tre. Pure oggi ci ho provato a mangiarli, ma ho preferito sentire lo stomaco che brontolava ( a me lo stomaco fa sempre baccano, avrò un’orchestra rock dentro) e mi pensavo pure “no dai, il pacchetto è aperto da qualche giorno, sai che mosciume che saranno diventati”. E sono rimasti là, i folletti dell’ufficio niente, li snobbano pure loro.

Per cena mi sono fatta mezzo petto di pollo (da sola, lo so era tanto, ma ho bisogno di proteine) l’ho messo in un contenitore di alluminio leggermente inumidito d’olio, ho versato sopra della birra scura e tremila spezie. Il combo migliore di spezie è curcuma, miele e birra, però il miele non si può scaldare troppo e non ce l’ho messo. Accanto zucchine e pomodori bio. Amo le zucchine, erano quelle tonde. Mi sono rifiutata di vedere se fosse la loro stagione. Ogni volta na zucchina diversa con stagionalità diversa dalle altre. Che rottura.

Mi sono allenata subito dopo le dieci ore d’ufficio. Ho ufficialmente le gambe sovrallenate, non riuscivo a correre, massimo di velocità mi sembra 6:20 minuti al chilometro (o chilometri al minuto se mi volete bene). Insomma siccome ho le gambe distrutte ho chiuso con qualche decina di flessioni. Anche ieri e oggi ho fatto le scale in maniera sbilenca e non riuscivo a sterzare con la macchina. Ora vado a ninna, domani pure scriverò tardi, che mi fanno fare consegne di prima mattina.

Forse sta storia dell’emancipazione femminile è sopravvalutata ;-P (ovviamente sto scherzando) #cibosanoperunmese versione femminista ❤

#CIBOSANOPERUNMESE… Giorno 20 e 21

11081640_10204731232735334_743294201_n

Primo sabato del mese non lavorativo, una goduria. Perché non passarlo facendo le ripetute?! Se ve lo state chiedendo sono delle cose simili alle torture che consistono nel fare tot metri tot volte a una tot velocità, di solito supersonica. Si fanno dopo un riscaldamento con corsetta di qualche chilometro.

Continua a leggere

#CIBOSANOPERUNMESE…Giorno 18

1452158_299091510300720_7776345369213134597_n

Sta arrivando la primavera, cosa che odio. Uno non può vivere sotto antistaminici e col fazzoletto vicino al naso. Però devo dire che è la stagione migliore per correre. Tipo si corre nelle condizioni atmosferiche ideali, non hai troppo caldo, non hai troppo freddo, basta un paio di maglie tecniche anche la sera, di giorno ti puoi pure abbronzare.

Continua a leggere

#CIBOSANOPERUNMESE… Giorno 17

10945600_320554561487748_4842418636559036676_n

Sono stata due ore a pensare alla colazione di ieri, poi ho alzato gli occhi e ho beccato le pseudo gocciole solidali della Coop, che hanno l’olio di palma. Non le comprate, io le ho comprate sperando non lo avessero, mi sono fidata e invece non vanno bene. Oramai le finisco. Una delle cose che sto imparando dal biologico e di non far sprecare le cose, specie il cibo. Non muore nessuno se mi mangio un po’ di biscotti con l’olio di palma, mentre non è il caso di buttare il pacchetto, visto che ci sono persone che muoiono di fame. Ora però non fate le furbe e non comprate le patatine fritte.  Continua a leggere

#CIBOSANOPERUNMESE…Giorno 16

10488024_247213748821830_7253763175010348064_n

Mamma mia che sonno ragazzi, mi si chiudono gli occhi da soli e devo ancora fare nove ore di ufficio e stasera la tesi. Ieri mi sono resa conto di aver acconsentito a ben due gare di corsa e sto correndo poco sia perché mi sono riposata (che poi riposata cosa, che ho di nuovo sonno) sia perché piove. Allora ho trovato un modo per fregare la pioggia. Ho corso una ventina di minuti dopo zumba. In palestra al chiuso. Poi ho fatto qualche esercizio propedeutico alle trazioni.

Voi mi dovete spiegare come si fa a correre sempre in palestra. Dopo dieci minuti avevo i polmoni che mi chiedevano pietà. La più totale mancanza di ossigeno, che è tipo la prima cosa che ci fa consumare la ciccia. Ho smesso di correre perché avevo la sensazione di farmi un danno. Poi co tutto sto sudore intorno, quelli che ti alitano ai lati, bleah.

I miei preferiti so i maschi. Ti si piazzano accanto, iniziano a parlare tra di loro sul tipo di allenamento fenomenale che hanno in mente di fare (sequenze totalmente inutili ed idiote, mi sono tenuta dal dirglielo), partono a manetta e poi schiattano. Perché si pensano di impressionarmi. Se non fai le mezze maratone a 3:03 minuto chilometro la vedo difficile, mammoletta, io so abituata ad alti livelli di rosicamento.

Insomma ho ricominciato ad allenare le gambe, domani ripasso in palestra a fare core (addome e schiena) e dorsali. Me devono venì le ali, non è possibile che sono un bisonte e non riesco a fare i push ups come si deve. A proposito ieri mi sono vista nello specchio della palestra, rispetto a come mi ci vedevo due anni fa, ho fatto un bel cambiamento. E mangio di più.

Siccome questa è una rubrica sul cibo e non su come mi sfondo i quadricipiti vi dico in breve il cibo di ieri. Partendo dalla colazione, vi dico subito che ho fatto la furbetta e mi sono data al cornetto vegano. Voi mi direte, ma che te frega è senza grassi e sano, mangialo sempre. E no! Che il passaggio dal vegano al ripieno con nutella è un attimo e secondo poi molti valori nutrizionali li prendo dalla colazione. Ho mangiato due cornetti vegani. Ao, avevo fame. Il pranzo è stato una pasta condita con pachino, rughetta e speck. Ho lasciato lo speck e ho mangiato il resto. Una specie di insalata di pasta, siccome non ha potuto farci il soffritto più di tanto, non sapeva di niente. Anzi, sapeva di rughetta. Che fa bene al fegato, se non ricordo male, al massimo googlatelo voi per me, che mi pesano le mani questa mattina.

Ho spuntinato con un po’ di crostatine bio. Non vi preoccupate sono disgustose, quindi non ve le nominerò più di tanto. Hanno un retrogusto di salato e bruciacchiato che non vi dico. Ma lo vuoi provare un prodotto prima di venderlo?! Che poi sono gli stessi produttori delle tortine di farro. Secondo me fanno le crostatine per farti capire ancora di più la bontà delle tortine. Non ne ho bisogno, l’avevo capito già di mio.

Ah e ho mangiato una pera di quelle dure e buone. L’ho trovata da Ahmed sotto casa. Ahmed, che parla sei lingue, ed è un fruttivendolo che ho proprio sotto il portone, ha le verdure schifose, ma ha anche tutta l frutta esotica che ti viene in mente. Che poi l’avocado lo prende solo per me, mi sa. Quindi ogni tanto ci prendo anche altro. Agli inizi mi faceva morire perché un giorno sbagliava i conti a vantaggio suo e il giorno dopo a vantaggio mio, insomma a fine settimana il bilancio era in pareggio. E la gente lo ha capito e gli pagava anche venti euro per due banane, il giorno dopo tornando, ci faceva la spesa mensile e Ahmed lapidario diceva “quattro euro”…ed erano conti che gli uscivano fuori dalla bilancia elettronica. Uno spettacolo.

La cena è stata un tripudio di cose, avocado, uova, tofu, carne di manzo macinata (sono andata dal norcinaro di fiducia, la carne macinata non va presa dove capita, che anche il norcinaro ci mette i rimasugli, figuriamoci gli altri), insalata, pomodori e mi sa basta. Tutto grigliato e il pane anche abbrustolito.

Vi dirò che a scrivere l’articolo mi sono un pochetto svegliata. Però mo basta che vi racconto pure come è andata la riunione di condominio (scherzo, non sono mica scema ad andarci, di solito li becco riuniti quando vado a correre che mi guardano malissimo).

#cibosanoperunmese un po’ lunghetto, ma spero utile. Buona dormita/giornata anche a voi.

#CIBOSANOPERUNMESE… Giorno 15

10906065_339512446258626_872372029591472559_n

Ho letto da qualche parte che se si sente di una dieta che ha funzionato sul proprio amico o familiare si è più propensi a seguirla. Questa frase mi ha portato a riflettere sul fatto che in generale a noi donne piace dire che stiamo a dieta. Oh sì, è tipo la frase più detta subito dopo “lui mi ama solo che non me lo dimostra” che è un po’ la versione amorosa del ” è intelligente, ma non si applica”. Quando sentite queste frasi, iniziate a pensare che sanno di cavolata, tranne quando siete voi a pronunciarle. Lo sapete perché?! Beh perché lo sanno tutti che dire di stare a dieta ti fa perdere già come presupposto dieci chili, anche se mentre lo dici ti stai scofanando una matriciana. Beh dai, il pasto libero a settimana c’è in tutte le diete.

Continua a leggere

#CIBOSANOPERUNMESE… Giorno 13 e 14

10356312_329652787244592_6748562688089832761_n

Ieri ho avuto troppo da fare per scrivere l’articolo. Chiedo venia, recupero oggi e faccio due giornate in una.  Continua a leggere

#CIBOSANOPERUNMESE…Giorno 12

10649773_322670731276131_3969810363566975272_n

Prima o poi sbaglierò giorno, lo so. Oggi stavo scrivendo 21, così sarebbero mancati nove giorni e avrei potuto ritornare alla sugna. Questa è una cosa che ci tengo a specificare. Non funziona così. Non è che potete mangiare sano solo quando Venere è in Marte e Saturno sorride storto. Si mangia sano sempre. Per quanto possibile facendo le cosette con le proprie manine. Certo se poi state lavorando settordicimila ore settimanali, avete casa che deve essere ripulita, vi state allenando per la maratona etc etc, allora ci sono i bei negozietti bio che ogni tanto vi cito. Ve li citerei di più , ma non mi regalano tortini al farro gratis, quindi s’attaccano.

Continua a leggere

#CIBOSANOPERUNMESE…Giorno 11

997050_337671979776006_2651809412538155004_n

In foto vedete la mia meravigliosa colazione di ieri. Fragole con ricotta e sciroppo d’agave sopra. Ovviamente ho mangiato anche del pane integrale con ricotta e burro d’arachidi sopra. E un bel cappuccio. Certe mattine mi mangerei un bue, specie se la sera mi alleno tanto e mangio più proteico, poi al mattino il corpo mi chiede pane e frutta.

Continua a leggere

#CIBOSANOPERUNMESE…Giorno 10

10991075_328990510644153_3745721579855703169_n

Esercizio di memoria, dicevo. Come no. Mi sono dovuta rivedere le foto sul cellulare per ricordare quello che avevo mangiato ieri. Si sente che ho superato le trenta ore in ufficio. Tornata a casa, ieri sera, mi sono messa a dormire, ché questo sarà un weekend lungo di baldorie e la sveglia suonerà al più tardi alle otto del mattino.

Continua a leggere

Ma la corsa fa dimagrire?!

10930089_325465660996638_1054595595227203129_n

Tra chi si approccia da poco allo sport e agli allenamenti c’è il vizio di cercare di capire cose molto tecniche con la scusa del “non vorrei sbagliare” e di solito il concetto finale si riduce al “evito di farmi la faticata” perché sul sito di Giovanna Sonolamegliotrainerdelmondo ci sta scritto che quel tipo di faticata non ti farà dimagrire.

Continua a leggere